Argomento di essenza

 

 


Gli argomenti a priori

Essenza, Direzione, Propagazione, Superamento, Regola di giustizia, Compensazione, A fortiori, ComplementaritÓ, Riduzione al superiore, Etimologia, Facile, Coerenza degli effetti


Definizione

Quando si argomenta ricorrendo a qualcosa di intrinsecamente caratteristico dell'uomo, di un'epoca, di un popolo, di un sistema economico e politico ecc., si rimanda ad una struttura soggiacente, a qualcosa di essenziale. Caratteristica di questa argomentazione Ŕ rimandare ad una stabilitÓ ritenuta esistente, che pu˛ subire variazioni e modifiche, ma che persiste al di lÓ di esse.

 

Esempio

L'uomo pu˛ cambiare latitudine, epoca, costumi, religione, ma rimane sempre un lupo per gli altri uomini.

 

Critica

E' chiaro che la natura opinabile dell'argomento deriva dall'individuazione dell'essenza, oggetto peculiare di discussione filosofica.

Questo argomento vale solo se si ammette un'essenza conoscibile dell'uomo, cioŔ che la sua natura rimanga inalterata al di lÓ delle variazioni possibili e che di tale natura vi sia conoscenza. Rimanda a questo argomento ogni ricorso al termine "abuso", come nel seguente caso.

 

 

Altri esempi

1. Non bisogna trarre pretesto dall'abuso per criticare l'uso.

L'uso normale Ŕ conforme all'essenza, il che limita la possibilitÓ di modificarlo, posta la natura stabile dell'essenza. Anche il ricorso alla "mancanza", alla "deformazione" o alla "alterazione" rimandano alla stessa strategia argomentativa: esiste un'essenza stabile, e tutto ci˛ che se ne discosta dipende da limiti nella sua attualizzazione.

 

 

 

 

Torna allo schema generale

     

 


Quest'opera Ŕ stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione- Non Commerciale - NoOpereDerivate 2.5 Italy.  

Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA.