Causa complessa

 


Le fallacie aposteriori

Generalizzazione indebita 1 (a dicto secundum quid, ad dictum simpliciter), Generalizzazione indebita 2 (enumeratio imperfecta, ab uno descendet omne), Esempio non rappresentativo, Fallacia d’accidente converso, Controevidenza, Esclusione, Correlazione casuale (post hoc ergo propter hoc), Effetti congiunti, Irrilevanza causale, Causa complessa, Causa errata (non causa pro causa), Inversione causale, Appello alle conseguenze negative (pendio sdrucciolevole), Explanans non controllabile


Definizione

L'effetto è causato da un numero di eventi maggiore di quelli presentati nell'argomento. In una variante di questa fallacia, si stabilisce una relazione circolare tra causa ed effetto (l'effetto è esso stesso una parte della causa).

 

Esempio

L'incidente è stato causato da quell'albero che, in quel punto del viale, impedisce una piena visibilità.

 

Critica

È vero che l'albero impedisce la piena visibilità, ma l'incidente non sarebbe accaduto se il guidatore non fosse stato ubriaco e il pedone non avesse attraversato la strada così avventatamente.

In generale, per smascherare la fallacia di quest'argomento, occorre produrre tutte le cause che, complessivamente, contribuiscono all'effetto.

 

 

 

Torna allo schema generale

     

 


Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione- Non Commerciale - NoOpereDerivate 2.5 Italy.  

Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA.