Effetti congiunti

 


Le fallacie aposteriori

Generalizzazione indebita 1 (a dicto secundum quid, ad dictum simpliciter), Generalizzazione indebita 2 (enumeratio imperfecta, ab uno descendet omne), Esempio non rappresentativo, Fallacia d’accidente converso, Controevidenza, Esclusione, Correlazione casuale (post hoc ergo propter hoc), Effetti congiunti, Irrilevanza causale, Causa complessa, Causa errata (non causa pro causa), Inversione causale, Appello alle conseguenze negative (pendio sdrucciolevole), Explanans non controllabile


Definizione

Si ritiene che un evento sia causa di un altro mentre, invece, entrambi sono effetto di una causa comune. Questa fallacia è spesso intesa come un caso speciale di post hoc ergo propter hoc.

 

Esempio 1

Stiamo attraversando un periodo di forte disoccupazione, dovuta a una diminuzione della domanda interna.

 

Esempio 2

Poiché hai la febbre, è normale che abbia la pelle irritata.

 

Critica

Se, ad esempio, nel primo caso entrambi gli eventi sono essere causati da un alto tasso d'interesse e che, nel secondo, entrambi i sintomi sono causati dal morbillo, appare la fallacia che viene neutralizzarla identificando i due eventi e mostrando che sono dovuti alla stessa causa, diversa da quella indicata.

 

 

 

 

Torna allo schema generale

     

 


Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione- Non Commerciale - NoOpereDerivate 2.5 Italy.  

Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA.