Regresso all'infinito

 


Le fallacie apriori

Petizione di principio (circulus in probando, diallellus), Regresso all’infinito, Transitus de genere ad genus, Fallacia d’accidente, Falsa etimologia, Explanans ad hoc, Explanandum minato,  Anfibolia, Accento, Linguaggio pregiudizievole, Espressione prevalente sul contenuto


Definizione

La conclusione è una riformulazione a un livello superiore del livello in cui è formulata una premessa.

 

Esempio

SI può affermare il principio di uniformità della natura – per cui ciò che è stato si ripresenterà in modo uniforme - perché esso è sempre valso finora e quindi sempre continuerà a valere.

 

Critica

In tal modo si ricorre a un regresso all’infinito, in quanto il principio di uniformità (espresso a livello 1) è sostenuto ricorrendo allo stesso principio di uniformità espresso a un livello superiore a quello di partenza (livello 2). A sua volta questo dovrebbe essere sostenuto ricorrendo al principio di uniformità espresso a un livello nuovamente superiore (livello 3), e così via all’infinito.

 

 

 

Torna allo schema generale

     

 


Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione- Non Commerciale - NoOpereDerivate 2.5 Italy.  

Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA.