Riduzione al superiore

 

 


Gli argomenti a priori

Essenza, Direzione, Propagazione, Superamento, Regola di giustizia, Compensazione, A fortiori, Complementarità, Riduzione al superiore, Etimologia, Facile, Coerenza degli effetti


 

 

Definizione

"Ogni cosa ordinata a un'altra è di minor pregio della cosa cui è ordinata" (Agostino, De Magistro, 9, 27): questo principio definisce una regola generale. Quando un sistema di qualunque tipo ( in questo caso di segni) è completamente riducibile ad un altro, se ciò avviene in modo non reciproco, ciò a cui si riduce è superiore a ciò che viene ridotto.

 

 

Esempio

Il linguaggio naturale può esprimere i contenuti di qualunque linguaggio artificiale, mentre nessun linguaggio artificiale è così potente da svolgere tutte le funzioni del linguaggio naturale. Il linguaggio naturale è quindi il più importante sistema di segni a disposizione. dell'uomo.

 

 

Critica

In quest'esempio il linguaggio naturale è presentato come superiore agli altri linguaggi, in base al fatto che un enunciato espresso in un linguaggio convenzionale, per esempio con i simboli della matematica, può anche essere espresso con le parole del linguaggio naturale. Ma è anche vero che, rispetto alla precisione, il linguaggio della matematica è superiore a quello naturale.

In generale, si risponde a quest'argomento specificando che cosa s'intende per "superiore" e verificando l'ambito di applicazione della superiorità così definita.

 

 

 

 

Torna allo schema generale

     

 


Quest'opera è stata rilasciata sotto la licenza Creative Commons Attribuzione- Non Commerciale - NoOpereDerivate 2.5 Italy.  

Per leggere una copia della licenza visita il sito web o spedisci una lettera a Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA.